Lingue

  • Italiano
  • Deutsch


Per far parte della Community e per consultare in dettaglio i dati della tua abitazione:

Registrati al portale

Effettua il login

 

Come analizzare le dispersioni del proprio edificio

Come analizzare le dispersioni del proprio edificio

Guardate la termografia di questo edificio.

   Cosa ne pensate ?

   Sicuramente c'è del lavoro fa fare sull'involucro esterno.



Commenti

Ritratto di Massimiliano Condotta

Emerge chiaramente il problema dei termosifoni che disperdono molto del loro calore attarverso i muri esterni. Basterebbe uno schermo riflettente tra termosifone e parete per ridurre di molto i consumi e recuperare calore.

Da Massimiliano Co...
Ritratto di Elisa Zatta

Purtroppo questa è una problematica molto diffusa anche in costruzioni più recenti nelle quali la posizione dei corpi scaldanti è ricavata nelle nicchie sotto le finestre, con un conseguente assottigliamento dello spessore murario senza ipotizzare nel contempo delle soluzioni che bilancino le dispersioni.

Da Elisa Zatta
Ritratto di Cecchet Cristian

per fortuna le nicchie di alloggio dei termosifoni tendenzialmente non si fanno più proprio per la tipologia di radiatori esistenti sul mercato......

Da Cecchet Cristian
Ritratto di GiovanniBorga

Dall'immagine si nota come i fori di ventilazione dei locali cucina siano un forte ponte termico. Un piccolo punto di dispersione di calore ma con un flusso continuo.

Da GiovanniBorga
Ritratto di Cecchet Cristian

L'immagine dimostra che l'edificio analizzato da un punto di vista termico, è decisamente carente, ma trattandosi di un edificio storico è una situazione abbastanza comune; il problema è che proprio per la sua tipologia (storico) molti interventi risultano complessi visto che talvolta non si può operare neppure all'interno vista la presenza di affreschi;Aggiungiamoci poi che normative e legislature varie (beni culturali) non lasciano molto spazio...degli interventi su questa tipologia di edifici è decisamente una bella sfida!!!Il vero problema è che edifici costruiti molto più tardi (la maggior parte del nostro patrimonio edilizio) è nelle medesime condizioni......

Da Cecchet Cristian