Lingue

  • Italiano
  • Deutsch


Per far parte della Community e per consultare in dettaglio i dati della tua abitazione:

Registrati al portale

Effettua il login

 

Veneto: prossimo contributo per rottamare stufe e impianti di riscaldamento inquinanti

Veneto: prossimo contributo per rottamare stufe e impianti di riscaldamento inquinanti

DALLA REGIONE DEL VENETO UN PROSSIMO BANDO PER ROTTAMARE STUFE E IMPIANTI DI RISCALDAMENTO INQUINANTI La Regione del Veneto concederà contributi finalizzati all’acquisto di apparecchi per il riscaldamento domestico di potenza inferiore o uguale a 35 kW, alimentati a biomassa, a basse emissioni in atmosfera e ad alta efficienza energetica, previa rottamazione di apparecchi tecnologicamente non in linea con gli standard europei. Lo prevede un bando adottato dalla giunta regionale su proposta dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte, che diventerà operativo previo parere della competente commissione del Consiglio regionale. L’importo disponibile è di 2 milioni di euro.Nell’ambito degli interventi per la riduzione delle emissioni inquinanti, in particolare per il particolato PM10 e PM2.5 e al Benzo(a)pirene, è stato quindi predisposto questo bando che prevede per l’acquisto di impianti termici certificati, a basse emissioni ed alta efficienza, costituiti da: stufe a pellet (UNI EN 14785), stufe e termostufe a legna (UNI EN 13240), cucine e termo cucine a legna e pellet (UNI EN 12815 e UNI EN 14785), per il riscaldamento domestico, di potenza al focolare inferiore o uguale a 35 kW, un contributo massimo di 1.600 euro; per l’acquisto di caldaie, di potenza al focolare inferiore o uguale a 35 kW, certificate (UNI EN 3035:2012), a basse emissioni ed alta efficienza, alimentate a biomasse combustibili un contributo massimo di 5.000 euro. I contributi saranno concessi solo previa rottamazione dei preesistenti generatori.

Commenti

Ritratto di Monia Franzolin

Nuovo argomento su "Veneto: prossimo contributo per rottamare stufe e impianti di riscaldamento inquinanti" da discutere con la community

Da Monia Franzolin